Senza parole

Federica Fumagalli

Cos’è Senza Parole?

Senza Parole è un portale web dove chiamare artisti e autori a raccontare il silenzio.  Il filo conduttore delle narrazioni è l’arte visuale, quindi fotografia, illustrazione e performance artistiche.

Come si usa?

Senza Parole si presenta come un portale per immagini, dove ogni immagine è la porta d’accesso a narrazioni interattive. Una volta selezionato il silenzio che si vuole esplorare, l’utente si trova dentro a quella storia, e a mano a mano che la narrazione visuale si svilupperà, allo spettatore verrà chiesto di effettuare scelte che influiscono sulla trama.

Un breve tutorial spiega allo spettatore come effettuare le scelte. Le scelte vengono effettuate attraverso i gesti digitali.

 

Perché i gesti digitali?

Tap, scroll, swipe, zoom. Sono gesti che utilizziamo tutti i giorni, ogni volta che prendiamo in mano lo smartphone, e con i quali interagiamo con gli altri, senza aver bisogno di parole. Quando vogliamo far scorrere il tempo più veloce usiamo il tap, quando vogliamo avvicinarci, o allontanarci usiamo lo zoom. Quando vogliamo andare più a fondo a un argomento scrolliamo; quando qualcosa non ci piace, semplicemente lo spostiamo.

Ho scelto questi gesti perché credo che abbiano un significato profondo, se riportati alla realtà e associati allo status di silenzio.