LE FAMIGLIE DEGLI ALTRI, PARTE II

Martina Pastori

«Era una bambola di porcellana di quelle malinconiche, di quelle che si lasciano sulla mensola a prender polvere, perché sono troppo preziose perché ci giochino i bambini…»