L’ineluttabilità biologica ai tempi di YouTube

Giovanna Stanzione

Sono in un’età in cui avrei dovuto essere madre già da qualche anno. Da un pezzo se prendiamo in considerazione la capacità biologica. Da quattro anni secondo l’abbinamento automatico delle pubblicità di YouTube al target anagrafico. Quattro anni durante i quali, prima di poter accedere a qualsiasi video tenti di vedere, mi si parano davanti immagini di neonati dai sorrisi rossi e carnosi, alternati ad apparecchi di cui servirmi per calcolare i miei giorni fertili.