Io come voi

Giovanna Stanzione

Una vita comune.

Prima nulla, un nulla acquoso e ovattato, poi squarci qualcosa e sei fuori. Il primo fastidio dell’esistenza è nascere. Il secondo è la luce artificiale.