STUPOR MUNDI

Angelo Curci

Spettacolo da me scritto e cointerpretato insieme a mio fratello gemello Marco. Link al trailer dello spettacolo.

SINOSSI

La storia come pretesto. Il teatro come occasione. Quella di appassionare il pubblico stimolando la curiosità verso una figura che ci riguarda da vicino e che coinvolge anche la nostra terra: quella di Federico II di Svevia, da più parti e da secoli ricordato come Stupor Mundi, “meraviglia del mondo”.

“Sub flore, apud portam ferream si compierà il presagio”, così recita un’antica leggenda che fa della già straordinaria vita dell’imperatore un autentico mito.

L’ oracolo aleggia tragicomicamente sui moti dei personaggi, che disegnano inconsapevolmente “l’oscuro destino” cui Federico non potrà sottrarsi.

Sullo spazio scenico, in un’atmosfera in bilico tra la realtà e il sogno, solo due corpi danno vita a sei personaggi… in cerca d’autore? No, quello c’è già. I nostri personaggi, se mai, sarebbero in cerca d’attori!