Veronica Buscarini College Scrivere A 2017-2019

Mi chiamo Veronica Buscarini, sono nata ad Ancona e vivo a Camerano, un piccolo paese sulla Riviera del Conero. Amo il posto in cui vivo e il mare, tanto che mi sono presa pure la patente nautica.
Alle elementari la mia materia preferita era italiano: amavo leggere e scrivere temi (dovevano darmi sempre qualche foglio in più). Questo qualche anno dopo mi ha portata a iscrivermi al liceo classico, e poi a laurearmi in lettere classiche, e, nel 2015, a pubblicare alcune poesie nella silloge Con i sensi della poesia, Montag Edizioni.
A quanto pare poi, i temi alle elementari mi hanno anche portata alla Holden. In questi anni oltre a scrivere racconti, articoli, reportage, ho scoperto anche altro. Sono diventata un’ascoltatrice compulsiva di podcast, e quest’anno, durante un corso qui a scuola a cura di Storie Libere, ne abbiamo realizzato uno, Moon, in occasione dei cinquant’anni dallo sbarco del primo uomo sulla luna.
Prima ancora dei podcast, mi sono appassionata agli audiodramma, e a ottobre 2018 ho partecipato a Audible Academy con il radiodramma Amnesia, che ho caricato qui su The Wall.
Ora, oltre a scrivere, sto cercando di avvicinarmi al mondo dell’editoria, quest’anno abbiamo seguito un corso di editing e correzione bozze e sto continuando ad approfondire.
Il mio sogno sarebbe lavorare con la scrittura, con i libri e con i podcast.

Invia un messaggio a Veronica Buscarini

Visita il profilo Facebook di Veronica Buscarini

Visita il profilo Linkedin di Veronica Buscarini

Visita il sito di Veronica Buscarini

Data di Nascita: 17.12.1994

Luogo di Residenza: Ancona

Disponibilità al trasferimento: Sì

Curriculum Vitae

Veronica Buscarini - Tutti i contenuti

  • Le prime due puntate del radiodramma Borgo Silente, in collaborazione con Cecilia Stecca.
  • Esercitazione in team con Valeria De Lauretis, Mariana Virginia Scavo, Vittorio Punzo, Chiara Montevecchi, Pietro Gabriele Vergano.


  • Valentina è una ragazza di diciotto anni che frequenta il liceo classico e ha una rara malattia ai polmoni: l’Ipertensione Polmonare. È una ragazza insicura che dà molto peso al giudizio degli altri, vuole mostrarsi sempre forte e non vuole che la sua malattia la ostacoli impedendole di vivere come desidera. Cerca in tutti i modi di nascondere la sua condizione: odia sentirsi debole, malata e diversa. All’inizio del quinto anno però le sue condizioni peggiorano e le diventa impossibile continuare a ignorare la sua malattia. Le cure diventano più invasive e i ricoveri ospedalieri più frequenti, questo sconvolge le sue abitudini, il rapporto con se stessa, con le sue debolezze e con gli altri. Valentina è combattuta tra la voglia di ignorare la malattia e la necessità e la paura di accettarla. La situazione continua a peggiorare e Valentina viene ricoverata per due settimane e inserita in lista per il trapianto di polmoni. La ragazza inizialmente non vuole accettarlo, ma i suoi genitori, i medici e l’incontro con altri pazienti le fanno cambiare idea. Valentina attraversa un percorso che la conduce ad una diversa prospettiva nei confronti della vita, all’accettazione della sua malattia e più in generale delle difficoltà. È un percorso altalenante dove alla paura e alla sofferenza fisica si aggiungono il senso di colpa per aver ignorato la malattia e aver contribuito ad aggravarla e la rabbia per il fatto di dover perdere un anno scolastico. Inoltre si sente estraniata dal suo stesso mondo, come se le persone intorno a lei, improvvisamente, non riuscissero più a capirla.

  • Durante la Writer's Room ognuno abbiamo pensato in gruppo alla trama di un possibile romanzo, ognuno di noi doveva poi scriverne una parte, io mi sono occupata dell'incipit.
  • Radiodramma di genere thriller realizzato. Gaia si sveglia in casa sua dolorante e piena di lividi, non ricorda nulla di ciò che accaduto la sera prima. Ben presto scopre che la sua migliore amica Sara è scomparsa.
  • Reportage narrativo sulla raccolta dei moscioli, cozza selvatica che si possono pescare soltanto sul litorale del Conero.
  • Giuseppe è affetto da un disturbo da accumulo in seguito a un forte trauma, questo compromette il rapporto con sua moglie Ada.
  • Cristina scopre di aver perso la voce per via di una corda vocale bloccata, questo compromette la sua più grande passione.
  • Curtis Ebbesmeyer, lo studioso delle Friendly Floatees, ovvero le paperelle di plastica disperse nell'oceano, si confronta con sua moglie mettendo ripercorrendo la sua vita privata e ciò che ha trascurato inseguendo la sua passione.
  • Racconto di una ragazzina vittima di bullismo che per un breve istante, durante una recita scolastica, riesce a dimenticarsene.
  • Andrea è un uomo affetto dal disturbo ossessivo compulsivo da ordine, questo lo rende prigioniero di se stesso e incapace di svolgere qualsiasi attività.