Angelo Curci College Serialità & TV B 2017-2019

Ho 25 anni di esperienza meridionale. Quando tra cinquant’anni incontrerò me stesso, spero riuscirà a essere orgoglioso di me. Ma potrebbe scambiarmi per mio fratello gemello e congratularsi con lui, per cui ho paura che la mia vita sarà solo fatica sprecata. Se un giorno tutta questa macchina del mondo si fermerà, però, non voglio avere rimpianti. Per questo motivo cerco di alzarmi presto al mattino e andare a letto soddisfatto la sera. Studio teatro e sceneggiatura per raccontare storie che un giorno potrò dire di non essere solo mie.

Invia un messaggio a Angelo Curci

Data di Nascita: 27.04.1994

Disponibilità al trasferimento: Sì

Curriculum Vitae

Angelo Curci - Tutti i contenuti

  • Sceneggiatura vincitrice del Premio Rodolfo Sonego 2018Curci Angelo_LA NOSTRA ESTATE SINOSSI Agosto, 1979. Alberto Montinari, quindici anni, trascorre le vacanze alla casa al mare nel Salento insieme ai suoi genitori, sua sorella Marta e Livia, un’amica d’infanzia di ventidue anni che è venuta a trovarli dalla Germania anche quest’anno. Un ballo sulla spiaggia e una colazione insieme sono i momenti che Alberto e Livia condividono e che li avvicinano l’uno all’altra, in cui scoprono l’attrazione che lega i loro corpi. Marta, anche lei ventiduenne, scopre una nuova attrazione per Livia, qualcosa che va al di là del sentimento di amicizia e che cerca di reprimere silenziosamente. Una sera, lontani dai festeggiamenti per l’anniversario dei signori Montinari, Alberto e Livia scoprono il sesso, trepidanti e insicuri nella loro giovane età. Il giorno dopo Livia riparte. I due ragazzi si salutano con un bacio, e quella passione che li ha uniti resterà soltanto nel ricordo della loro estate.
  • Concept di serie tv ideato con alcuni colleghi di corso durante un workshop con Fox Italia.TACCO 12_abstract
  • Cortometraggio da me scritto e diretto.
  • Reportage narrativo basato sullo stile di "Una cosa divertente che non farò mai più" di David Foster Wallace.CURCI Angelo_Break a leg
  • CURCI Angelo_Lev Tov_SCENEGGIATURA
  • Spettacolo teatrale da me scritto e diretto per un laboratorio teatrale autogestito tenuto alla Scuola Holden. Link al video dello spettacolo. SINOSSI Non tutti lo sanno, la storia non ne parla, ma c’è stato un tempo in cui sceneggiatori e registi hanno lottato tra loro per contendersi il controllo dell’audiovisivo. Adesso una nuova dittatura è al comando, sotto l’egida autoritaria di Adolf Hitchcock. Un nucleo di sceneggiatori, capeggiati da Laila Mamet, resiste e si prepara a un nuovo conflitto. Una rivoluzione a caratteri Courier New.
  • Spettacolo teatrale da me liberamente adattato e diretto in occasione di un laboratorio teatrale autogestito tenuto alla Scuola Holden. Link al video dello spettacolo. SINOSSI Un attore per una commedia da portare in scena. Manca un finale, però. Forse il trucco è cominciare dal finale quando si scrive una commedia: basta trovare un buon finale a effetto e poi si torna indietro e si scrive il resto. Ma per Epàtite, Diàbete, Doris e tutti i protagonisti della commedia non sembra essere così semplice, specie se poi si insinua il dubbio che la loro stessa esistenza sia solo il frutto della creatività di qualcun altro. Tutti personaggi di un’enorme commedia a cui probabilmente solo Dio porterà la salvezza. Ma poi, c’è davvero un dio o anche lui è fittizio? E siamo davvero sicuri che chi assisterà alla nostra commedia sia davvero reale o sia solo un personaggio di un’altra commedia ancora?
  • Paper format ideato insieme a due colleghi di corso durante un workshop con History Channel Italia.BIAVA, CURCI, GANGI DE THIERRY_Magie che hanno fatto la storia
  • Concept di serie tv OlindeideCURCI, GANGI_Olindeide_CONCEPT
  • CURCI, MARTUCCI E PISTIS_Il chupacabra_SCENEGGIATURA Scritto a sei mani con due colleghi di corso, è la sceneggiatura di un episodio ghost per la sit-com Modern Family, dal titolo "Il chupacabra".
  • Intervista al regista Lucio Pellegrini, realizzata alla Scuola Holden durante gli Holden Start 2018.
  • Spettacolo da me scritto e cointerpretato insieme a mio fratello gemello Marco. Link al trailer dello spettacolo.

    SINOSSI

    La storia come pretesto. Il teatro come occasione. Quella di appassionare il pubblico stimolando la curiosità verso una figura che ci riguarda da vicino e che coinvolge anche la nostra terra: quella di Federico II di Svevia, da più parti e da secoli ricordato come Stupor Mundi, “meraviglia del mondo”. “Sub flore, apud portam ferream si compierà il presagio”, così recita un’antica leggenda che fa della già straordinaria vita dell’imperatore un autentico mito. L’ oracolo aleggia tragicomicamente sui moti dei personaggi, che disegnano inconsapevolmente “l’oscuro destino” cui Federico non potrà sottrarsi. Sullo spazio scenico, in un’atmosfera in bilico tra la realtà e il sogno, solo due corpi danno vita a sei personaggi... in cerca d’autore? No, quello c’è già. I nostri personaggi, se mai, sarebbero in cerca d’attori!
  • Spettacolo che ho scritto e di cui sono coprotagonista, debuttato al Roma Comic Off 2017. Link al video dello spettacolo. SINOSSI Carmela, giovane attrice napoletana, si presenta al primo giorno di prove dello spettacolo. La ragazza dividerà il palco con Ruggero, un pianista che le si presenta come autore delle musiche di scena. I due artisti si parlano, si conoscono, si studiano, lei spiazzata dalle piccole e un po’ folli manie di lui, lui per nulla turbato dall’impaziente razionalità di lei. Si alternano, così, momenti che rasentano l’assurdità, come il tentativo vano da parte di Carmela di provare una scena dello spettacolo o il piccolo rito quotidiano adottato da Ruggero per festeggiare il proprio compleanno, a momenti di docile empatia (o tregua?) tra i due. In un teatro qualunque i caratteri dei due protagonisti si sviluppano in una dimensione di sospensione dalla realtà. Su di loro regna l’attesa… ma Bruno quando arriva?!